Gli scauratieddi sono tipici dolci del Cilento, preparati soprattutto nel periodo delle festività natalizie. 

Sono dolci semplici, fatti con pochi ingredienti: acqua, farina, vino bianco, limone e arancio.

 Mangiateli appena tolti dal fuoco sommersi da una cascata di miele…. sono a dir poco IRRESISTIBILI!     

 

Ingredienti:

  • 1 lt. di acqua
  • 1 kg di farina 00
  • scorza grattugiata di mezza arancia
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di olio di oliva
  • un rametto di rosmarino
  • miele
  • olio per friggere (io per friggere preferisco l’ olio di semi di arachidi)

 

Esecuzione:

Far bollire per qualche minuto l’acqua con le scorze degli agrumi, vino, olio, zucchero, sale e rosmarino. 

Eliminare il rametto di rosmarino e le scorze degli agrumi, versare in un sol colpo la farina setacciata nell’acqua bollente e mescolare energicamente per evitare la formazione di grumi.

Far cuocere a fuoco moderato, mescolando continuamente, fino a che la pasta non si stacca dalle pareti della pentola. 

Versare il composto ottenuto su di un piano da lavoro leggermente unto d’olio e, facendo molta attenzione a non scottarsi, lavorare fino a rendere la pasta liscia.

Tagliare la pasta a pezzetti e arrotolarla in modo da ottenere dei bastoncini lunghi circa 20 cm, poi avvolgere dando una forma a fiocchetto. 

Friggere in abbondante olio e scolare su carta assorbente. 

Disporre le zeppoline in un vassoio ed irrorare con abbondante miele aromatizzato con buccia di limone e di arancio.

 

Mmmmm ……….da leccarsi le dita!